Dal deserto del Sahara

. Douz, “la porta del deserto”

Per scoprire il vero deserto della Tunisia bisogna addentrarsi nella regione più a sud del paese e soggiornare nella splendida località di Douz, conosciuta come “la porta del deserto”. Douz è l’oasi più antica della Tunisia: si erge a ridosso del deserto del Sahara, tra dune di sabbia bianca e autentiche foreste di palme da dattero che nei secoli hanno reso florida l’economia di questa località. Inoltre Douz è sempre stata una tappa fondamentale per le carovane che dal sud sahariano si dirigevano sulle coste tunisine. In questa località ancora oggi è presente la cultura nomade dei M’razig, popolo di pastori nomadi che da sempre preferisce vivere nell’autenticità della vita del deserto. Molto conosciuto è il Souq di Douz, il mercato cittadino, in cui si vendono spezie e prodotti artigianali che colorano e profumano tutta la città; settimanalmente viene organizzato il mercato del bestiame dove i pastori accorrono di buon mattino per aggiudicarsi gli asini e i dromedari migliori.

Douz vanta una posizione privilegiata per il turismo: ricca di hotel che offrono tutti i comfort nonché una splendida vista sulle dune, è il luogo prefetto in cui soggiornare in vista di un’escursione nel deserto. È possibile effettuare escursioni in giornata con guide locali che raccontano ai visitatori la vera essenza della vita e della cultura del deserto, rilassandosi in compagnia durante una gita a dorso di dromedario oppure divertendosi a bordo di quad o 4×4 guidando tra le dune. Per finire cena con piatti tipici tunisini sotto una tenda berbera per poi calarsi nell’emozione unica di passare una notte ad ammirare l’immensità del cielo sahariano, illuminato da una quantità di stelle di cui troppo spesso dimentichiamo l’esistenza.

Per chi volesse assistere ad un evento unico nel suo genere, nei mesi di novembre e dicembre, in quest’oasi si svolge il “Festival del Sahara”, una festa per ricordare e onorare la pace che ormai da anni regna tra le tribù del Sahara, un tempo in lotta fra loro. La festa è ricca di eventi spettacolari: corse con i cammelli, sfide tra cavalieri beduini, ricostruzioni di scene di vita ancestrali, il tutto accompagnato da un souq, mostre, spettacoli artistici e musicali che nella splendida cornice del Sahara creano un’atmosfera del tutto particolare.

Potrebbero interesarti anche

 L’oasi di Chebika

admin

Il deserto del Sahara

admin

Le donne Tuareg sono le regine del Sahara

admin

Leave a Comment