Città

Tabarka città dei pescatori e dei coralli

Tabarka è uno dei borghi della Tunisia che più ha visto crescere il flusso di visitatori e curiosi negli ultimi anni. Si sceglie Tabarka per la sua posizione eccezionale, tra il mare e la montagna. Le spiagge di sabbia bianca sono incorniciate da speroni rocciosi, da boschi di pini e di querce da sughero. Il mare cristallino nasconde nelle sue profondità il prezioso corallo rosso. La sagoma caratteristica del Forte genovese rannicchiato su un isolotto, è l’emblema di Tabarka. L’entroterra montagnoso permette ai vacanzieri meravigliose escursioni e passeggiate nei dintorni dei villaggi di Ain Draham, punto di inizio di una vasta zona boschiva.

Distante da Tunisi circa 200 chilometri, è dotata di aeroporto internazionale, che la collega a numerose città europee.  L’aria che si respira d’estate a Tabarka è accogliente e festosa. Qui si tiene ogni anno il Festival del Jazz, dove artisti di fama animano per diversi giorni la città e i dintorni, suonando nelle piazze e nei locali.

Tabarka è stata per secoli un centro di lavorazione del corallo che in passato popolava i fondali superficiali e profondi . All’epoca dell’arrivo dei genovesi, il corallo abbondava e gran parte del corallo rosso qui presente venne depredato

Potrebbero interesarti anche

Sidi Bou Said, semplicemente bellissima

admin

Tunisi

admin

Hammamet,  la Saint Tropez tunisina

admin

1 comment

Leave a Comment